07/12/2022
Comprare casa al giorno d’oggi: ecco a cosa devi fare attenzione

Comprare casa al giorno d’oggi: ecco a cosa devi fare attenzione

Stanche dell’affitto e desiderose di avere una casa tutta loro, molte coppie che iniziano a stabilizzarsi oppure che hanno dei bambini decidono ad abbandonare la loro vecchia sistemazione in affitto a favore dell’acquisto della loro prima casa. A proposito, se stai preparando un trasloco, questo articolo del sito mesob.it potrebbe fare al caso tuo. Comprare una casa è quindi una decisione molto importante che deve essere presa solo a seguito di un’attenta riflessione.

Molte persone che vanno alla ricerca della loro prima casa tengono in considerazione solo pochi aspetti, tra cui il costo, l’estetica e gli spazi, senza prendere in considerazione altri parametri che sono utili per effettuare un acquisto consapevole. In questa guida cercheremo di darvi tutti i consigli più utili che occorre sapere prima di acquistare la vostra prima casa e cosa dovete chiedere quando andate a vedere una casa in vendita.

Spese necessarie per acquistare la tua prima casa

Uno degli aspetti principali da considerare quando ti appresti ad acquistare la tua prima casa naturalmente è il valore dell’immobile, che risulta proporzionato al suo prezzo. Il sito che puoi consultare qui di seguito, esperto di tematiche immobiliari, ti spiega tutte le spese da affrontare nel dettaglio. Sono infatti numerose le spese da sostenere per acquistare una prima casa, tra cui:

  • l’imposta ipotecaria, che risulta fissa di 50€ se si acquista da un privato, che sale a 200€ se si acquista da una società soggetta a imposizione IVA;
  • l’imposta di registro, di solito fissa al 2% per la prima casa;
  • l’imposta catastale di 50€ se si acquista da un privato o da 200€ da una società soggetta all’IVA;
  • i costi per la parcella del notaio e il rogito;
  • le commissioni previste, nel caso in cui fosse prevista la mediazione di un’agenzia immobiliare;
  • l’eventuale IVA, se si acquista da una società soggetta ad IVA fissata al 4% per la prima casa;
  • pagamento dell’Imu e delle tasse sui rifiuti;
  • costi ordinari e straordinari di manutenzione dell’immobile;
  • spese condominiali.

Mutui per acquisto prima casa: cosa devi sapere

Viste tutte le spese che sono necessarie per acquistare la tua prima casa, talvolta potresti non avere a disposizione la liquidità necessaria per portare a termine il tuo acquisto. Ecco perché sempre più persone oggi scelgono di accedere ad un mutuo per acquisto caso. Sono finanziamenti pensati solitamente per gli under 30, i quali hanno la possibilità di accedere al Fondo di Garanzia, ma solo se rispettano determinati requisiti.

I mutui per under 30 destinati alla prima casa permettono di ottenere una soglia più elevata rispetto alla media degli altri mutui per acquisto casa. Inoltre, sono mutui agevolati che coprono fino al 100% del valore dell’immobile che si intende acquistare. Non tutti gli immobili possono essere finanziati tramite un mutuo under 30 garantito dal fondo statale. Anzitutto, l’immobile deve essere adibito ad abitazione principale e sono previste delle tipologie catastali con le quali non è possibile accedere ad un mutuo garantito dal fondo statale, ovvero le categorie A1, A8 e A9, oltre alle case di lusso in generale. Puoi scoprire molte altre info sul sito sceltamutuionline.it.

Documenti che attestano la regolarità di una casa

Tornando al tema principale della guida, devi sapere che esistono dei documenti utili per vedere se una certa casa risulta in regola oppure no. Bisogna assicurarsi della regolarità delle certificazioni e di tutta la documentazione che riguarda l’immobile. I principali documenti da controllare prima di acquistare la tua prima casa sono:

  • l’atto di provenienza dell’immobile, un documento che certifica il modo in cui il proprietario ha acquisito il diritto di proprietà della casa che si trova in vendita: occorre infatti accertarsi dell’identità dell’effettivo proprietario dell’immobile e assicurarsi della sua sincerità;
  • il certificato di agibilità dell’immobile, un documento utile per controllare l’idoneità della casa ad essere abitata, dato che devi rispettare degli specifici requisiti di igiene, sicurezza e di risparmio​ energetico​;
  • la planimetria e la visura catastale: sono certificati che attestano lo stato generale della casa, oltre che la necessità di compiere opere di ristrutturazione utili per accertarsi della conformità catastale ed edilizia dell’immobile che si intende acquistare.