07/12/2022
Di che cosa si occupa un traduttore professionista?

Di che cosa si occupa un traduttore professionista?

A tutti noi prima o poi alle scuole superiori è stato richiesto di tradurre un testo, ma sicuramente la nostra traduzione non si è minimamente avvicinata a rendere per il testo originale. A questo punto dunque è lecito domandarsi quale sia la differenza tra noi e i traduttori i professionisti, coloro che durante tutto il giorno si occupano di tradurre da una lingua all’altra un testo? Per capire di cosa si occupa il traduttore dobbiamo partire dall’origine della parola traduttore: quest’ultima, infatti, deriva dal latino traducere, che significa “portare oltre”. Il traduttore è dunque quella persona, che si occupa di portare il significato di un testo da una lingua all’altra. Per raggiungere le adeguate conoscenze e competenze, il traduttore professionale deve raggiungere una formazione e una conoscenza delle varie lingue eccezionale, al punto di diventare un madrelingua. Lo scopo di un traduttore professionale, dunque, è quello di riuscire a rendere nel modo più affidabile possibile nelle varie lingue, il significato intrinseco di un testo. Ma come raggiunge questo risultato? Scopriamolo.

Di che cosa si occupa nello specifico un traduttore?

In generale, un traduttore professionale non si occupa unicamente della traduzione dei testi, ma acquisisce anche delle eccezionali competenze nell’insegnamento, e nella revisione e correzione di bozze e, al contempo, nella funzione di interprete. Il traduttore professionale, inoltre, ha l’obbligo di agire nella traduzione dei testi sotto più aspetti, compiendo quella che viene definita come una traduzione tecnica. Il suo compito, infatti, è quello di riuscire, a seguito di ricerche specifiche sull’argomento trattato nel testo, a produrre una traduzione che rispecchi non soltanto la forma e la sintassi, ma anche, l’aspetto semantico del testo originale. Per farlo, infatti, deve individuare gli aspetti che intercorrono tra una cultura e l’altra e, di conseguenza, adattarli al contesto socio culturale della lingua di destinazione. Deve inoltre occuparsi di eseguire approfonditi studi terminologici per rendere adeguatamente il valore del testo stesso. Infine, ma non da ultimo, deve eseguire una accurata revisione e correzione del testo tradotto.

Quali sono i traduttori più richiesti?

I traduttori più richiesti sono sicuramente quelli inglesi. Questo, in realtà, è da ricollegarsi al primato della lingua inglese a livello mondiale: quest’ultimo, infatti, è al terzo posto della classifica delle lingue più parlate, preceduto solamente dal cinese e spagnolo. È sicuramente una lingua universale e necessaria per il business internazionale, in ambito scientifico e tecnologico oltre che dell’informazione. Il traduttore professionale dall’inglese, infatti, ricopre un ruolo fondamentale nella diffusione di contenuti di alto livello e, al contempo, È il punto di contatto fra lingue e culture diverse. A questo punto sorge lecito domandarsi quale sia la differenza in termini di traduzione fra quella che viene eseguita da un traduttore professionale e quella che sarebbe in grado di svolgere uno studente delle superiori? Ebbene, in questo caso, la differenza sta nella qualità del contenuto tradotto: se infatti lo studente liceale si occupa unicamente di eseguire una traduzione grammaticale e per quanto possibile semantica del contenuto, l’obiettivo del traduttore professionale è quello di riuscire a tradurre da una lingua all’altra non soltanto la grammatica del testo, ma anche, soprattutto, il suo contenuto.

Perché scegliere di affidarsi ad una agenzia specializzata in traduzione?

Scegliere di affidarsi ad un’agenzia specializzata in traduzione è sicuramente una setta saggia in quanto permette di ottenere un servizio completo e, al contempo, riconosciuto. Questo, inoltre, permette di servirsi di traduttori specializzati, che sono in grado non soltanto di rendere nella traduzione una corretta grammatica, ma anche, soprattutto, di permettere al testo tradotto di mantenere in alterato il suo significato in contenuto. Questi risultati, come intuibile, non sono raggiungibili da traduttori non esperti e, soprattutto, che non abbiano conseguito una conoscenza approfondita, nel corso del tempo, della lingua e di tutte le sue sfaccettature.